Limacella guttata

Limacella guttata

La Limacella guttata (Limacella guttata (Pers.: Fr.) Konrad & Maubl.) è un fungo basidiomiceta appartenente alla famiglia delle Amanitaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Amanitaceae e quindi al Genere Limacella ed alla Specie L. guttata.
Sono sinonimi i termini: Limacella lenticularis (Lasch) Maire e Agaricus guttatus Pers. 1793.

Etimologia –
Il termine Limacella è il diminutivo di limax, limácis lumaca: per la vischiosità del carpoforo. L’epiteto specifico guttata è stato attribuito per la presenza di gocce o macchioline sul carpoforo o altre parti.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Limacella guttata è un fungo, spesso gregario, che cresce nelle zone umide dei boschi di faggio e abete e nelle brughiere; il periodo do comparsa è tra l’estate e l’autunno.

Riconoscimento –
Questo fungo si riconosce per avere un cappello del diametro da 8 a 15 cm, da globoso a convesso a piano, leggermente umbonato, con colorazione che va dal rosa incarnato al cuoio chiaro. La cuticola si presenta liscia da giovane, tendente al rugoso negli esemplari adulti, opaca, viscida se bagnata, molto facile da asportare tranne sull’umbone; Il margine è affilato e netto.
Le lamelle sono di colore bianco, fitte ed intervallate da lamellule, libere.
Il gambo è di 8-10 x 1-2 cm, pieno, di colore bianco o crema, cilindrico, un p’’ ingrossato alla base, con goccioline acquose che iscuriscono; anello membranoso, pendulo e biancastro.
La carne è di colore biancastro pallido, leggermente virante al rosa nel gambo, con odore caratteristico di farina o di cetriolo.
Al microscopio si notano delle spore ialine, tondeggianti di 4.5-8.5 micron.

Coltivazione –
La Limacella guttata non è un fungo coltivato.

Usi e Tradizioni –
Si tratta di un fungo somigliante ad alcune Lepiote, dal caratteristico profumo che lo rende adatto alla conservazione sott’olio. Si consiglia di asportare la cuticola. Va tuttavia evitata la raccolta per uso alimentare nelle zone in cui appare sporadicamente.
In realtà, il fungo può essere confuso, se non ben conosciuto, con le velenose Lepiote di piccola taglia, che non presentano però la caratteristica umidità nel cappello e non sono viscose. Altra caratteristica che può permettere di distinguere il genere Limacella da altro affine genere Amanita é la presenza del grosso anello, la cuticola viscida e l’assenza di una volva. Proprio per queste possibilità di scambio, tale fungo viene a volte indicato come “commestibile anche se con cautela” o a dirittura, da altri, come “non commestibile”.
Come in tutti i casi di commestibilità con alcune limitazioni e per la possibilità di scambio fatale con altre specie tossiche, soprattutto dai meno esperti, se ne sconsiglia la raccolta.

Modalità di Preparazione –
È un fungo che viene consumato previa asportazione della cuticola e cucinato o conservato soprattutto sott’olio. Per le sue caratteristiche di possibile confusione nella determinazione e per le precauzioni nel consumo se ne sconsiglia l’uso alimentare.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Cetto B., 2008. I funghi dal vero, Saturnia, Trento.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *