Olio essenziale di Calendula – proprietà ed usi

Olio essenziale di Calendula – proprietà ed usi

La calendula o calendola o fiorrancio (Calendula officinalis L., 1753) è una specie erbacea coltivata come annuale, appartenente alla famiglia delle Asteraceae.
Si tratta di una pianta erbacea con un fusto carnoso e ramificato che presenta foglie oblunghe, di colore verde lucente, sessili e a margine irregolare. Nel periodo estivo fiorisce una volta al mese emettendo dei fiori color arancio, grandi, raggruppati in capolini, i periferici ligulati, quelli centrali ermafroditi e tubulosi.
La ricorrenza regolare della fioritura mensile ci riporta alle calendae romane, che indicano per antonomasia una ricorrenza mensile.
In questa scheda vedremo le proprietà e gli sui dell’ Olio essenziale di Calendula.
Questa pianta è molto diffusa in tutte le regioni mediterranee e dai suoi coloratissimi fiori si ottiene l’olio essenziale usato in fitoterapia.

Le proprietà dell’ Olio essenziale di Calendula è emmenagogo, disinfettante, sudorifera. È efficace nella cura della pelle, soprattutto in caso di arrossamenti, eczemi, ulcere, geloni e contusioni.
Per eliminare i disturbi mestruali e l’irregolarità del ciclo si possono prendere 3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di miele, tre volte al giorno lontano dai pasti. Inoltre l’essenza diluita ammorbidisce la pelle del viso e la purifica.
Si può usare anche il decotto prodotto con circa 50 g di fiori essiccati per litro d’acqua; questo è consigliato contro l’ulcera gastrica e l’afta; ha inoltre effetti sudoripari e preventivo/attenuanti dei dolori mestruali.
Viene a volte utilizzata all’interno di prodotti antistaminici per le allergie causate dalla polvere e dagli acari. Oltre alle precedenti indicazioni, nell’omeopatia la calendula viene consigliata anche in caso di ustioni, di cure dentarie e dopo il parto.
In dermocosmesi la calendula viene largamente utilizzata, consigliata di volta in volta come disinfiammante (in colliri e detergenti intimi) nutriente e protettiva per la pelle, antiacneica.
Nell’uso domestico i fiori secchi si fanno macerare in olio d’oliva (50g per mezzo litro) per produrre un rimedio per bruciature e ustioni. Si utilizza anche come impacco decongestionante.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *