Niacina

Niacina

Con il termine di niacina si intendono due molecole tra loro simili: l’acido nicotinico (la niacina propriamente detta) e l’ammide di quest’ultimo, la nicotinammide (o niacinammide).
Il Nome IUPAC di questa molecola è: acido piridin-3-carbossilico mentre i nomi comuni sono acido nicotinico e vitamina B3. La niacina ha una formula bruta o molecolare: C6NH5O2. Dal punto di vista fisico la niacina è una delle vitamine più stabili in quanto non si ossida facilmente a contatto con l’ossigeno, il calore e la luce.
È presente in molte piante, in quantitativi più o meno elevati e particolarmente nelle arachidi e nei cereali; inoltre è presente in molti cibi tra cui: la carne bianca e rossa, il tonno, il salmone, il latte ed il formaggio. A differenza di altre vitamine, questa sostanza è contenuta soltanto in basse quantità nelle uova, nella frutta e nella verdura. Ma i cereali integrali, la crusca, il latte e il formaggio ne sono ricchi. La niacina si può assumere attraverso integratori, nei casi in cui la dieta non riesca a fornirne una quantità sufficiente. La niacina fa parte del complesso vitaminico B insieme alla Vitamina B1 (Tiamina) e alla Vitamina B2 (Riboflavina).

È anche detta vitamina PP (“pellagra preventive factor”) per la sua azione efficace contro la pellagra: la malattia un tempo molto diffusa tra le popolazioni che facevano uso esclusivo di polenta o di mais e causata proprio dalla carenza della vitamina B3.
La Niacina è una vitamina idrosolubile che svolge a livello sella fisiologia umana molte funzioni. La sua presenza, in condizioni ottimali migliora il livello di colesterolo nel sangue, mantiene la pelle sana e aiuta a combattere l’acne, protegge contro l’Alzheimer e altre patologie cerebrali legate all’età; inoltre è un aiuto contro l’impotenza.
La niacina o vitamina B3 è una sostanza necessaria per i processi che sottintendono alla respirazione cellulare, inoltre aiuta nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine, favorisce una buona circolazione e la salute della pelle, aiuta il funzionamento del sistema nervoso e la normale secrezione di fluidi biliari e dello stomaco. La niacina potenzia la memoria e sembra essere anche efficace nel trattamento dell’ansia. È infine utile nel migliorare la circolazione e ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. A questo proposito la niacina ad alti dosaggi (e generalmente in abbinamento alle statine) può incrementare i livelli di colesterolo buono (Hdl) e abbassare i trigliceridi, allo stesso modo di alcuni medicinali. Per queste sue proprietà, la vitamina B3 possiede benefici per la salute del cuore, inclusa la capacità di ridurre l’arteriosclerosi.
In generale la niacina è una sostanza ben tollerata, ma presenta anche alcuni effetti collaterali.
Come per ogni sostanza i sovradosaggi possono essere causa di effetti collaterali. Quelli più comuni sono cefalee, abbassamento della pressione, vertigini e capogiri. Prima di assumere la sostanza attraverso integratori o farmaci ad hoc è meglio chiedere al proprio medico di fiducia. L’indicazione vale in particolar modo per chi è in terapia farmacologica per qualche disturbo.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *