Proprietà ed usi dell’erba vetriola

Proprietà ed usi dell’erba vetriola

La Parietaria officinalis o erba vetriola o, conosciuta anche come erba vento, gamba rossa o muraiola (Parietaria officinalis L.) è una specie erbacea della famiglia delle Urticaceae. Questa pianta vanta numerose proprietà benefiche per il nostro organismo, ma è anche nota per le reazioni allergiche che è in grado di provocare. In questa scheda vedremo quali sono Proprietà ed usi dell’erba vetriola e le sue caratteristiche essenziali.
La Parietaria officinalis cresce nei terreni rocciosi, ai bordi delle strade e nei pressi dei muretti o ruderi, sia in ambienti in penombra che in pieno sole. È una pianta di origine del continente europeo ed in Italia si può trovare fino a 700 metri di quota. Le caratteristiche botaniche salienti sono: foglie sono verdi, sottili e di forma ovale, pelose nella pagina inferiore e un po’ appiccicose al tatto; fiori verdi e composti da piccole capsule nere o marroni contenenti i semi; ha un fusto di colore rossastro, ricoperto da peli e non supera generalmente i 40 cm di altezza. La pianta compare dal periodo estivo fino all’inizio della stagione autunnale.
Le proprietà della parietaria sono legate alla presenza di varie sostanze concentrate soprattutto nella parte aerea della pianta. Viene così impiegata nel trattamento e la cura di varie patologie e disturbi.

– Svolge azione depurativa: è infatti un ottimo diuretico, soprattutto per la presenza del potassio e dei flavonoidi. Viene indicata sotto forma di tisana a chi vuole combattere la cellulite o ridurre i liquidi in eccesso durante una dieta dimagrante;
– Svolge azione espettorante: in questo senso stimola l’espulsione del catarro ed è indicata per i sintomi della tosse, della bronchite e dell’asma;
– Disturbi della vescica: da tempo viene usata nel trattamento di terapie legate a problemi alla vescica ed ai reni; inoltre coadiuva ad alleviare i sintomi di cistite e di calcolosi delle vie urinarie. Questa azione viene svolta dalla presenza della mucillagine che agisce anche da emolliente;
– Come antidolorifico: utile nel caso di bruciature, ustioni e ferite; infatti riesce ad alleviare il dolore e aiuta il processo di cicatrizzazione e, per di più, è utile nel rimedio per il prurito. In tutti questi casi viene usata come poltiglia di erbe da stendere direttamente sulla cute (cataplasma).
In generale la Parietaria officinalis viene impiegata come tisana, decotto o succo o anche sotto forma di cataplasma. Per le sue proprietà l’erba vetriola si trova come ingrediente di medicinali oppure sotto forma di granuli, gocce e tintura madre in utilizzi di medicina omeopatica.
Per trarne i suoi maggiori benefici la Parietaria andrebbe raccolta al momento della fioritura ed usata fresca o anche essiccata. In quest’ultimo caso però andrebbe conservata in un barattolo ermetico.
Attenzione però alle allergie alla parietaria. La Parietaria officinalis può provocare in individui sensibili delle allergie molto simili ad alcune allergie al polline. Tali sintomi si manifestano con starnuti, lacrimazione degli occhi, prurito, fino ad arrivare all’asma nei casi più gravi.
Per verificare tale allergia bisogna fare un attento test allergologico e chi ne è affetto deve evitarne ovviamente il consumo, prestando attenzione anche ad altri cibi quali melone, basilico, ciliegie, piselli, ortica. Essi difatti contengono pericolosi allergeni che potrebbero solo aggravare la situazione.
In casi di comprovata allergia alla parietaria, bisogna rivolgersi ad uno specialista per le terapie e le precauzioni da seguire.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *