Come coltivare la citronella

Come coltivare la citronella

La citronella, pianta che appartiene al genere Cymbopogon è un’erba perenne graminacea affine al sorgo di origine delle regioni temperato-caldo e tropicali. È anche conosciuta con il nome inglese di lemongrass (cioà erba di limone) ed è una pianta a portamento cespuglioso che può raggiungere anche il metro di altezza, con fusto eretto e foglie nastriformi di un colore verde intenso tendente al bluastro e ricadenti che emanano un gradevole profumo di agrumi. Viene largamente usata in India e in altri paesi dell’Asia come ingrediente di salse e zuppe mentre in Asia e in Africa per la preparazione di tisane. La citronella, come i gerani, viene anche utilizzata  per tenere lontane le zanzare in modo naturale. L’olio essenziale di citronella viene utilizzato come un rimedio anti-zanzare.

 

Per la coltivazione della citronella si può partire sia da seme che da piantine in vendita già nei vivai. Per la coltivazione in vaso si consiglia (visto l’uso anti-zanzare) un supporto con le rotelle di facile spostamento nei locali dove serve. Se coltivate in vaso ponete questi al riparo dal vento e da correnti fredde e assicuratevi di non lasciare ristagni idrici nei sottovasi. Nella coltivazione nei giardini va collocata (soprattutto nelle latitudini più settentrionali) in luoghi riparati, vicino a cespugli o piante ornamentali per ripararla dal freddo (al di sotto degli 8°C la pianta inizia a soffrire). La semina della citronella va effettuata tra tra marzo e luglio in piccoli vasi, ricoprendo il seme con poco di terriccio che deve rimanere sempre umido. Per il trapianto, questo va effettuato l’anno seguente nel periodo primaverile. Avendo cura di rinvasare o metterle a dimora in giardino quando avranno raggiunto un’altezza di circa 10 centimetri. Il luogo più adatto è in area soleggiata o solo in parte ombreggiata e con adattabilità ampia a vari tipi di terreno. In un unico vaso di dimensioni medio grandi potete porre anche più piantine (3-5). Inoltre la citronella può essere riprodotta per divisione dei cespi; in questo caso l’operazione va effettuata in autunno con messa a dimora immediata. Bisogna solo avere l’accortezza di controllare che le radici siano vive. La citronella richiede annaffiature regolari e frequenti, soprattutto nel periodo che va da marzo a settembre. Per il rinvaso attendere sempre che la pianta sia radicata bene e comunque questo va effettuato quando ci si accorge che le radici della pianta iniziano a fuoriuscire dai fori di drenaggio dei vasi. La citronella ha poi bisogno di poche cura sia dal punto di vista fitosanitario in quanto è poco gradita da molti insetti e, per quanto riguarda la sua tenuta ha bisogno solo di essere privata periodicamente delle foglie più vecchie o secche.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *