Come coltivare la Digitale in maniera biologica

Come coltivare la Digitale in maniera biologica

In questa scheda vedremo come coltivare la Digitale in maniera biologica. La Digitalis purpurea (Digitalis purpurea L., 1753) si può coltivare a partire dal seme. Il seme di digitale è prontamente disponibile in pacchetti sulla maggior parte degli espositori di semi di fiori. Se quindi decidete di far crescere la digitale dal seme, dovete essere pronti a piantarla all’inizio dell’estate. Se, invece, avete intenzione di interrare le piantine, potrete piantarle in primavera o autunno. Se state iniziando dal seme, utilizzate vassoi per sementi da 10 cm con compost specifico per semenza. Premete leggermente i semi nel compost. Non ricopriteli con altro compost dopo averli seminati, poiché richiedono luce per germinare. Prevedete poi di interrare le piantine quando sono alte pochi centimetri.
Per piantare le digitali dovete trovare un sito. Esse preferiscono il pieno sole o una leggera ombra. Trovate un posto che non sia troppo ventoso e che abbia abbondanza di sole per la maggior parte della giornata.

 

Dovrebbero essere protette dal vento poiché ne sono facilmente sballottate e possono cambiare la loro forma di crescita se sono assalite dal vento troppo frequentemente. Se il vostro clima è molto caldo, la semi-ombra è accettabile.
La digitale ama il terreno profondo, umido e acido e ben drenato. Quindi cercate un posto che dreni bene, piuttosto che trattenga troppa acqua. Se in un’area vedete delle pozzanghere dopo una pioggia battente, probabilmente non drena abbastanza bene per ospitare la digitale.
Per preparare il sito di impianto utilizzate una zappa o un rastrello da giardino per allentare il terreno e rastrellare il compost alla profondità di circa 30 cm. Questo farà in modo che il terreno sia adeguatamente ricco e pronto perché la digitale attecchisca. Accertatevi di utilizzare una dose leggera di fertilizzante (di natura organica). Troppo fertilizzante danneggia la digitale. Le buche devono essere distanziate tra i 60 e i 120 cm. Dovrebbero essere larghe il doppio delle radici delle piantine e abbastanza profonde da poterci adattare le zolle.
A questo punto inserite le zolle con le radici nelle buche e picchiettate leggermente il terreno intorno alle basi degli steli. Innaffiate poi accuratamente la zona. Se dovete coltivarla per uso ornamentale si consiglia di applicare il compost ogni primavera. Questo vi aiuterà a nutrire la digitale, che, così, produrrà fiori grandi e sani. Coprite il compost con uno strato di 5 cm di pacciame per impedire che crescano le erbacce.
La Digitalis purpurea va innaffiala durante l’estate. Ciò è particolarmente importante se non c’è stata molta pioggia o se vivete in una zona che diventa molto calda.
Si consiglia di aggiungere dei pali di sostegno. Se avete piante che crescono di diversi centimetri, dovreste rinforzarla per impedirne la rottura. Usate pali in legno e dello spago per legare delicatamente la pianta fino in cima. Ciò è particolarmente importante se vivete in una zona ventosa.
Il gambo centrale va tagliato per favorire la crescita dei germogli laterali. Il gambo centrale richiede più acqua ed energia, quindi rimuovendolo permetterà alle sostanze nutritive di fluire agli steli più piccoli, rendendo più uniforme l’aspetto della pianta. La cima va tagliata alla sua base.
Per l’anno successivo si possono raccogliere i semi. È facile raccogliere i semi di digitale, così da poterli piantare la primavera seguente. Lasciate che i fiori appassiscano e rimuovete i semi dal gambo centrale più alto. Conservateli in un luogo fresco e asciutto e seminateli in primavera.
Se avete però rimosso il gambo centrale per facilitare la crescita dei germogli laterali, non sarete in grado di raccogliere i semi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *