Acorus calamus

Acorus calamus

Il calamo aromatico (Acorus calamus L., 1753), conoscuto anche Canna odorosa è una specie erbacea palustre e perenne della famiglia delle Araceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematco, la Canna odorosa appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Liliopsida, Sottoclasse Arecidae, Ordine Arales, Famiglia Araceae e quindi al Genere Acorus ed alla Specie A. calamus.

Etimologia –
Il termine Acorus (da Acoraceae secondo la classificazione APG) proviene dal greco ακορος akoros o ακορον akoron pianta aromatica (probabilmente un iris) citata dal medico, farmacista e botanico greco Dioscoride; l’epitieto calamus, deriva invece da calămus canna, a sua volta derivato dal greco κάλαμος cálamos che ricorda il mito di Kalamos che, caduto nel fiume Meandro e annegato, fu trasformato in una canna.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’Acorus calamus è una specie originaria dell’Asia, si è diffusa in Europa e nei paesi dal clima temperato, inclusa l’America settentrionale. Il suo habitat ottimale è costituito da zone umide, come stagni o zone ripariali; questa pianta mal sopporta il sole diretto dei mesi più caldi. La Canna odorosa vegeta a quote altimetriche tra 0 e 300 metri.

Descrizione –
L’Acorus calamus è caratterizzato da radici e foglie eduli ed è una specie idrofita radicante che può raggiungere altezze comprese tra i 50 centimetri ed il metro. Possiede degli scapi con forma triangolare e dai quali prende origine l’infiorescenza e foglie lineari ed erette, di colore verde scuro e con larghezza compresa tra i 10 ed 15 millimetri. I fiori (che possiedono un unico tepalo lungo fino a 2,5 millimetri.)di questa specie sono ermafroditi e raggruppati in un’inflorescenza a spadice conico con lunghezza tra i 4 e gli 8 centimetri e di colore giallo o verde chiaro. Da questi si generano delle bacche di colore rosso. La radice è un tipico rizoma ramificato ed aromatico.

Coltivazione –
Per l’eventuale coltivazione si tenga conto che il calamo aromatico preferisce terreni molto umidi (rive di corsi d’acqua o di bacini o anche in contenitori interrati sul fondo di laghetti e stagni). L’Acorus calamus cresce comunque in qualsiasi tipo di terreno, possibilmente con pH leggermente acido). Nella presente scheda la specifica della tecnica di coltivazione.

Usi e Tradizioni –
Come detto in precedenza le radici dell’Acorus calamus sono usate in erboristeria per preparare liquori, e sono apprezzate per le loro proprietà eupeptiche-digestive. L’essenza di queste piante viene usata in ambito industriale ed in profumeria per dare un aroma di vermouth a bibite come il chinotto. Soprattutto nel Medioevo le foglie (che sanno di limone) venivano sparse sui pavimenti per profumare l’ambiente attraverso il loro calpestio.

Modalità di Preparazione –
La Canna odorosa, da un punto di vista gastronomico, viene utilizzata per i germogli e per le radici. I germogli possono essere usati per insaporire le insalate, mentre la radice aromatizza i piatti di carne.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *