Olio essenziale di Patchouli – Usi e Proprietà

Olio essenziale di Patchouli – Usi e Proprietà

Per ottenere un olio essenziale di Patchouli, bisogna partire dalle foglie di patchouli. Il patchouli o pasciulì (Pogostemon cablin (Blanco) Benth., 1848) è una pianta appartenente alla famiglia delle Lamiacee (come la lavanda, la menta, ecc.) delle regioni tropicali dell’Asia e molto coltivata in Cina, India, Thailandia, Indonesia, Malesia, Vietnam, ecc.. Il processo che porta alla produzione dell’ olio essenziale di Patchouli è per distillazione ed attraverso una procedura molto delicata. I principali principi attivi che ne fanno parte sono: il germacrene A, che è un principio attivo noto per le sue proprietà germicida e antibatteriche, l’alcool di patsciulì (conosciuto come canfora di patchouli) e il norpatchoulenolo (terpene) che è quello che conferisce il tipico profumo dell’essenza.

 

L’olio essenziale di Patchouli è noto e molto utilizzato per le sue proprietà stimolanti e tonificanti. Si usa per stati di stanchezza dei piedi dopo una lunga passeggiata, per curare l’acne in modo naturale e contro le screpolature e la pelle danneggiata. Sicuramente una delle tecniche che lo ha fatto conoscere di più è quella dell’aromaterapia e nei diffusori di oli essenziali domestici, per profumare l’ambiente ed eliminare i cattivi odori.
Alcuni studi affermano che l’olio essenziale di patchouli è un buon repellente naturale per allontare gli insetti. Sin dal 1992, alcune ricerche avevano già riportato come l’olio essenziale di patchouli sia efficace come repellente per diversi tipi di insetti de in particolar modo per le termiti Formosan subterranean. Nell’aromaterapia l’ olio essenziale di Patchouli viene utilizzato come stimolante, nei casi di stress; viene comunque spesso usato con altri oli essenziali come quello di lavanda, rosa, sandalo e bergamotto per dare ulteriori aromaticità e proprietà terapeutiche.
Secondo alcuni l’ olio essenziale di Patchouli è un ottimo afrodisiaco.
Comunque sia, i suoi utilizzi terapeutici più frequenti sono contro l’acne. Viene qualche volta aggiunto a creme preparate in casa o per una terapia d’urto, oppure in combinazione con l’olio essenziale di Tea Tree. Può essere usato anche contro screpolature, per la cura del cuoio capelluto e come tonificante.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *