L’Energia Geotermica

L’Energia Geotermica

L’energia geotermica (dal greco “gê” e “thermòs”, che significa letteralmente “calore della Terra”) rappresenta una grande fonte di energia che sotto forma di calore è posseduta dalla Terra al suo interno e quindi riconvertibile in altre forme. Tale energia proviene dalle zone più profonde e tale calore può raggiungere temperature fino ai 4000 °C.
Il fatto che il calore della terra sia del tutto naturale, soprattutto di quantità molto elevata e sempre presente, non intermittente ed inesauribile, fa considerare l’energia geotermica una fonte rinnovabile di energia.

 

Tale fonte di calore è talmente notevole ed in certi casi più superficiale che i gas scaldati nel sottosuolo salgono fino in superficie ad alta pressione sotto forma di geyser o soffioni e si possono usare per la produzione di energia elettrica.
L’energia geotermica prende origine per via del gradiente termico di temperatura che, nel nostro pianeta, aumenta di 3°C mediamente ogni 100 metri di profondità; infatti più si scende in profondità più sentiamo aumentare la temperatura. Tutto ciò provoca il caratteristico fenomeno per cui d’estate in profondità c’è più fresco rispetto alla superficie, mentre d’inverno avviene l’inverso: in profondità c’è più caldo che in superficie terrestre.
L’Energia Geotermica è una fonte di energia naturale che si può utilizzare soltanto in certi limitati contesti territoriali. In alcune aree della Terra la caratteristica dell’aumento della temperatura con l’aumentare della profondità tende ad accentuarsi e la temperatura del sottosuolo è leggermente più alta della media, a causa di fenomeni vulcanici o tettonici.
Lo sfruttamento dell’utilizzo dell’energia geotermica risiede nel fatto che è una fonte di energia rinnovabile e quindi pulita e che non comporta quindi danni e inquinamento all’ambiente. L’energia geotermica consente altresì di riciclare degli scarti, con conseguente ulteriore risparmio. Un altro vantaggio di questa fonte rinnovabile di energia è che è, pur con le sue differenziazioni geologiche, un’energia democratica: è disponibile nel nostro pianeta un po’ ovunque. Di contro solitamente le centrali geotermiche tendono a produrre un odore sgradevole (simile a quello delle uova marce), e questo è un aspetto negativo per chi abita nelle vicinanze delle centrali geotermiche; a questo si aggiunge spesso lo svantaggio dell’impatto paesaggistico di queste centrali.

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *