Come coltivare il Partenio in maniera biologica

Come coltivare il Partenio in maniera biologica

La coltivazione del Partenio (Tanacetum parthenium (L.) Sch.Bip., 1844) nell’ottica di un cambio dei modelli agricoli e degli utilizzi non solo alimentari delle piante riveste grande importanza. Gli estratti del Partenio (che contengono il principio attivo partenolide) rivestono grande importanza in molte terapie che, però, vanno sempre effettuate su indicazione medica.
Anche se il Partenio cresce spontaneamente è possibile coltivarlo ma avendo cura di alcuni accorgimenti senza i quali la produzione dei principi attivi diminuisce. Si può partire dalla preparazione dei semi che va fatta dopo la fioritura della pianta ed essiccando i fiori in luogo asciutto e buio.
Dal fiore così essiccato si prelevano i semi che si potranno disporre in sacchetti di carta traspirante e conservati fino al momento della semina.

 

La propagazione comunque può essere effettuate sia per talea che per divisione delle radici che per semina diretta o in semenzaio. Se partite invece dalle radici questa va eseguita con una vanga tagliente, dividendole in pezzi abbastanza grandi, con attaccati giovani germogli. Per il loro radicamento si consiglia una zona ombreggiata ed un substrato sabbioso; una volta radicate potranno essere trapiantate avendo cura di bagnare per bene prima il substrato in modo da non danneggiare le radici o di prelevare le radici con il pane di terra.
Per quanto riguarda il tipo di terreno non ha particolari esigenze ma consiglio comunque terreni con buon drenaggio e di tipo argillo-sabbioso. Per la concimazione si consilgia solo l’apporto in reimpianto di letame o compost organico. Altri apporti di fertilizzanti chimici sono da escludere assolutamente.
Per il periodo di impianto o semina si consiglia quello dopo i freddi invernali, quando i primi tepori primaverili iniziano a percepirsi.
La piantagione può avvenire per file, in solchi non troppo vicini perché altrimenti si perdono parte dei principi attivi della pianta. Tra luglio e Settembre si raccolgono le parti aeree della pianta e si essiccano e poi si usano sotto forma di decotto o infuso. La raccolta è molto semplice in quanto, non dovendo selezionare accuratamente le parti da raccogliere, la falciatura può avvenire anche con mezzi meccanici che tagliano le piante all’altezza desiderata.
Se avete rispettato queste regole il partenio è una pianta molto rustica per cui non dovreste avere particolari problemi di attacchi parassitari o di marciumi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *