Quando mangiare gli ortaggi

Quando mangiare gli ortaggi

Cibarsi è un atto che non soddisfa solo le nostre esigenze nutrizionali ma comporta una serie di ripercussioni che vanno dalla nostra salute a quella del nostro pianeta. In questa breve guida vediamo quando mangiare gli ortaggi.
La stagionalità alimentare non è quindi il tentativo nostalgico di nutrirci alla maniera dei nostri antenati ma, soprattutto, un atto che deve assecondare e salvaguardare due esigenze:
• La salute umana;
• La salute dell’ecosistema.


Per quanto riguarda la salute umana è noto come la variabilità nutrizionale e la ciclicità degli alimenti durante l’arco di un anno sono le migliori condizioni per assicurarci una salute migliore. Per di più quando ci cibiamo di prodotti coltivati in serra o in sistemi forzati rischiamo di ingerire con essi fitofarmaci e regolatori di crescita (ormoni) che sono altamente nocivi per la nostra salute.
In relazione invece alla salute dell’ecosistema è noto come produrre fuori stagione richiede quantitativi di energia e fattori di produzione molto maggiori rispetto a quelli necessari per i prodotti in pieno campo. Le emissioni di gas a effetto serra, l’inquinamento delle falde e dei suoli (oltre agli effetti suddetti sulla salute) causano una impronta ecologica che può essere decine di volte superiori a quella di una produzione operata durante la stagione biologica.
Ecco perché la conoscenza, seppur sommaria, di questo problema ci permette di acquisire una nuova coscienza alimentare.
Nell’immagine potete vedere, secondo ovviamente delle indicazioni di massima, legate alla variabilità climatica del nostro Paese, i periodi in cui comprendere se il prodotto acquistato è di pieno campo o meno. L’analisi è stata fatta tra 20 ortaggi più consumati e contempla anche quegli ortaggi (come le patate per es.) che per le loro caratteristiche di conservabilità possono trovarsi tutto l’anno senza il sospetto che siano fuori stagione.

Guido Bissanti




2 pensieri riguardo “Quando mangiare gli ortaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *