Come allevare le coccinelle nell’orto

Come allevare le coccinelle nell’orto

Le coccinelle (Coccinellidae Latreille, 1807) sono una famiglia di insetti appartenenti all’ordine dei Coleotteri (sottordine Polyphaga, infraordine Cucujiformia, superfamiglia Cucujoidea), presenti in tutto il mondo con circa 6.000 specie; vediamo allora come allevare le coccinelle nell’orto o altri insetti utili.
Le coccinelle sono insetti molto utili in agricoltura in quanto si nutrendosi di altri insetti (entomofagi) sono ottimi predatori dei parassiti che infestano le piante arboree ed ortive.
La parte superiore del corpo della coccinella è colorata (quelle più conosciute sono di colore rosso acceso con puntini neri).

 

Le coccinelle sono entomofaghe anche allo stato di larva ed eliminano notevoli quantità si afidi e di altri insetti (tra cui le cocciniglie).
In un’agricoltura rispettosa dell’ecosistema (come dovrebbe essere tutta l’agricoltura) dobbiamo quindi creare le condizioni che attirino la coccinella tra le nostre coltivazioni.
Per fare questo dobbiamo coltivare in azienda (o non distruggere) piante che attraggono questi insetti. Sono utili a questo proposito alcune brassicacee, in particolare cavolfiori e cavolo broccolo, che sono molto graditi alla coccinella. Per questo è opportuno non togliere il gambo del cavolfiore dopo la raccolta, in modo da lasciarlo come pianta attira coccinelle. Altre piante preferite dalle coccinelle sono la calendula, la potentilla e il tarassaco, il rafano ed il timo. Anche le ortiche attirano le coccinelle, oltre a essere utili come insetticida e concime naturale.
A proposito, se volete allevare coccinelle come tanti insetti utili, dimenticatevi dell’uso della chimica nella vostra azienda.
Ecco perché l’agricoltura non può essere fatta se sono si conoscono queste dinamiche.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *